Tre documentari a partecipazione veneta, selezionati ai Nastri D’argento

Tra i documentari finalisti dei Nastri d’Argento 2021, tre sono produzioni nate in Veneto.
 
Molecole” di Andrea Segre presentato alla serata di pre-apertura a Venezia 77 e prodotto da ZaLab e Rai Cinema e la collaborazione di Vulcano. Info e credits
 
Alida” di Mimmo Verdesca prodotto da Kublai Film e Venicefilm, già selezionato a Cannes nella sezione Classics 2020 e presentato anche alla Festa del Cinema 2020. Mimmo Verdesca racconta la storia della leggendaria Alida Valli attraverso le parole inedite delle sue lettere e dei suoi diari, arricchendola di altri esclusivi materiali: le fotografie, le riprese private di famiglia, nuove interviste ai figli, ai parenti, agli amici e ai collaboratori più fedeli, e molto altro materiale d’archivio. Il film documentario Alida mostra un quadro completo e mai visto prima della vita di una giovane e bellissima ragazza di Pola che diventò in breve tempo una delle attrici più famose e amate del cinema italiano e internazionale. Info e credits
 
In un futuro aprile. Il giovane Pasolini” di Francesco Costabile e Federico Savonitto prodotto da Kublai Film.
Un viaggio alla scoperta degli anni giovanili di Pier Paolo Pasolini, attraverso la voce di suo cugino, lo scrittore e poeta Nico Naldini. Durante gli anni Quaranta il giovane Pier Paolo Pasolini vive a Casarsa, in Friuli, nel paese di sua madre. In quel periodo scopre il paesaggio friulano, la lingua e le tradizioni del mondo contadino e sperimenta le prime avventure amorose con alcuni giovani del posto. Il contatto con questa realtà lo porta anche all’impegno politico nel Partito Comunista e all’esperienza dell’insegnamento scolastico. Info e credits
 
Qui la lista completa dei documentari selezionati
 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram