“Zucchero – Sugar Fornaciari” prodotto da K+ in anteprima il 21 ottobre alla Festa del Cinema di Roma

Share This Post

Zucchero Fornaciari raccontato attraverso le sue parole e quelle di personalità del calibro di Bono, Sting, Andrea Bocelli, Francesco De Gregori e molti altri, con immagini provenienti dagli archivi privati del musicista e dall’ultimo trionfale tour mondiale. Un viaggio dell’anima che va ben oltre il ritratto di un musicista di successo.

La storia di Zucchero – Sugar Fornaciari inizia da qui: dal primo concerto fino all’ultimo tour mondiale sold-out fra capitali europee, Nord America, Stati Uniti e Oceania.
In anteprima il 21 ottobre a Festa del Cinema di Roma e solo al cinema il 23, 24 e 25 ottobre.
 

NOTA SUL FILM
Zanella e De Stefano documentano il recente tour mondiale di Zucchero Fornaciari. Tutto inizia proprio con uno di questi concerti: mentre i musicisti si preparano, lui scalda la voce prima di salire sul palco. Poi torniamo indietro: a fine anni ’50, a Roncocesi, profonda provincia emiliana, dove cominciano a echeggiare la malinconia del blues, la carica sessuale dell’r’n’b, le lacrime del soul. E il giovane Fornaciari capisce che quell’energia dei neri d’America è molto simile a quella che lui sta respirando proprio lì, alla periferia di tutto. Un racconto intimo e profondo, dove l’artista si racconta con generosità e coinvolgimento.

 

Regia di Valentina Zanella e Giangiacomo De Stefano e scritto con Federico Fava.
Una produzione Kplus con Adler Entertainment e Ela Film con il sostegno della Regione Emilia Romagna.
 
NOTE DI REGIA
Lavorare con Zucchero significa poter aprire uno scrigno pieno di suggestioni sorprendenti e inaspettate. Questo per un autore o per un regista è un privilegio raro. Gli elementi visivi sono quelli di una biografia che guarda sia al passato sia al presente, portando alla conoscenza del pubblico un artista sorprendente.

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

More To Explore

Le nostre location.

Il Veneto, il set perfetto per il cinema.